Twinssebastiani

sport

TEATE BASKET CHIETI - LA DIETROLOGIA DEI NUMERI! 29.07.2018

TEATE BASKET CHIETI 

LA DIETROLOGIA DEI NUMERI!

sealed

 

29.07.2018

 

Dietro ogni numero di canotta c’è una storia, un passato, un momento in cui il singolo giocatore sceglie di affezionarsi proprio a quel numero, portandolo con sé per tutta la sua carriera. A volte ne escono racconti emozionanti, altre volte le scelte si rivelano dettate esclusivamente dal fato. Oggi vi presentiamo i numeri dei nostri “fantastici nove”:

 

#3 Bogdan Milojevic: “Il numero 3 mi è sempre piaciuto, sia perché è uno dei primi nell’ordine sia perché è semplice e, per di più, ha anche la forma che mi piace tanto.”

 

#4 Davide Meluzzi: “Ho scelto la numero “4” per un motivo semplice ma, comunque, importante: quattro sono i componenti della mia famiglia, essendo io, mia sorella, mia madre e il mio babbo.”

 

#5 Gianluca Di Carmine: “Con il numero “5” ho un legame affettivo da sempre. Ho quasi esclusivamente

giocato con questo numero. Mi sono appassionato al basket guardando la Virtus Bologna di Danilovic e poi quella del mio idolo Ginobili che, in nazionale, giocava con la 5 appunto.”

 

#6 Fabrizio Gialloreto: “Il mio numero è sempre stato il “6” tranne che per due anni, durante i quali l’ho cambiato. Ma per il resto della mia carriera ho avuto sempre il 6 soprattutto a Chieti, da quando me l’ha dato Cesidio. Credo all’epoca avessi 10 anni circa, poi sono venuto a sapere che era il suo di quando giocava, per cui da lì non l’ho più cambiato.”

 

#13 Edoardo Di Emidio: “Da quando sono piccolo, ho avuto sempre la “13” e ho deciso di non cambiarla mai.”

 

#14 Riziero Ponziani: “Diciamo che non c’è un motivo in particolare per cui ho adottato questo numero; anzi è stata una scelta casuale dato che a Rieti, durante il mio primo anno da professionista, ho ricevuto proprio la “14” e, da allora, non l’ho cambiata più.”

 

#16 Valerio Staffieri: “Allora il numero è un po un mix in quanto mio padre giocava con la “8” ma io, non trovando quasi mai il numero disponibile, ho iniziato a scegliere il 16 perché 8+8. Poi il 16 è stato il numero con il quale ho fatto il mio esordio in serie A e allora l’ho tenuto sempre a cuore.”

 

#41 Enrico Pappalardo: “Mia madre è tedesca ed io sono cresciuto seguendo il mito di un grande tedesco che dominava in NBA quale Dirk Nowitzki. Per cui mi è piaciuto talmente tanto che ho deciso di recuperare la sua maglia.”

 

#44 Ousmane Gueye: “Io ho sempre giocato con la “8”, il numero del mio cuore, ma quando sono arrivato a Recanati, questa maglia era occupata già dal capitano Pierini. Per questo motivo ho scelto un numero che ci si avvicinasse il più possibile, facendo 4+4. Da quel momento l’ho tenuto sempre, anche perché è subito piaciuto anche a mio figlio.”

 

Emanuele DI NARDO Area Comunicazione Teate Basket Chieti

***

Sei il contatore visite sito html Visitatore




MUNDIAL BEACH SOCCER 2018 PORTO SANT’ELPIDIO (FM)
CALENDARIO STAGIONE 2018/2019 ROSSELLA VIRTUS
COACH SORGENTONE IL PUNTO SUL CALENDARIO
LA MALLONI PSE BASKET FIRMA LEONARDO PRATI



        Per inviare un commento compilare il form sottostante