Twinssebastiani

eventi





TORNA IL PRESEPE VIVENTE DI POTENZA PICENA 09.12.2017

TORNA IL PRESEPE VIVENTE

DI POTENZA PICENA

 

09.12.2017

 

Dopo lo stop forzato dello scorso anno, per via del terremoto che ha causato la chiusura del Convento dei Frati Minori, la più grande manifestazione natalizia del territorio comunale torna in pista. L’Associazione “Amici del Presepe Vivente di Potenza Picena”, infatti, non si da per vinta e, nonostante tutto, si è rimboccata le maniche ed ha deciso di rimettere in piedi la manifestazione che tornerà dunque ad animare la suggestiva Selva dei Frati Minori nella classica “tre giorni” del presepe.  Certo, la situazione è quanto mai difficile, vista la parziale indisponibilità del Convento lesionato. Esso, infatti, negli anni passati durante la rappresentazione ha sempre rappresentato una sorta di “quartier generale” per gli organizzatori, lo staff e per le decine e decine di figuranti coinvolti nella rappresentazione. Un appoggio e punto di riferimento che quest’anno in parte verrà a mancare. “Ma il Presepe – dicono gli organizzatori - deve tornare a vivere ed a rappresentare quello che è stato finora per tante edizioni, ovvero la manifestazione di punta del Natale potentino”. La prossima settimana verrà presentato nel dettaglio il programma del Presepe Vivente con una conferenza stampa presso la sala giunta comunale ma nel frattempo fervono i preparativi della manifestazione che anche quest’anno proporrà, come bella tradizione di ogni edizione, un’interpretazione a tema e un’attualizzazione della natività. E punterà, come da tradizione, ad avere migliaia di visitatori.  “Un lavoro che impegna per mesi qualcosa come trecento persone tra figuranti e staff–sottolineano gli organizzatori– ventisette anni di passioni e di emozioni che continuano con rinnovato entusiasmo”. Quella di quest’anno, come detto, sarà la 27esima edizione del Presepe Vivente di Potenza Picena. Ricordiamo che per l’organizzazione del presepe vivente l’Associazione si avvale della collaborazione e del sostegno dell’Amministrazione Comunale e del supporto della Parrocchia dei Santi Stefano e Giacomo (parroco Padre Michele Ardò) e dei Frati Minori (padre guardiano Lorenzo Turchi) che dal sisma dello scorso anno sono statti costretti al trasferimento forzato e ora sono appoggiati presso i locali delle Suore dell’Addolorata. Fondamentale anche il sostegno degli amici sponsor che credono da anni nel valore sociale del Presepe Vivente.

 

Nico COPPARI – Servizio Stampa




LA PAGINA DEGLI EVENTI
TI PUO' INTERESSARE ANCHE......
IL PRESEPIO DI UMBERTO MAROTTI



        Per inviare un commento compilare il form sottostante